Libro vs film

Libro contro film

E’ così?

Cioè, okay, ma è così proprio sempre sempre?

Perché noi, pur da grandi sostenitori dello schieramento libro, non ne siamo mica tanto sicuri. La sensazione che qualche volta siamo incappati in un film che teneva testa al libro, o che addirittura sia stato un pochino meglio, ce l’abbiamo, anche se non riusciamo bene a focalizzare in che caso sia successo.

A voi vengono in mente esempi di libri da cui sia stato tratto un film veramente ma veramente buono?

(PS: lo sappiamo che siete dei timidoni. Quando lanciamo queste domande fare sempre così: ci scrivete in privato ma non lasciate commenti pubblici. Sapete che vi diciamo? Va bene. Nessuno che costringa un introverso lettore a esporsi pubblicamente può dirsi veramente amico degli introversi lettori!)

Come aprire un libro

Come aprire un libro

(Lo so, ci stiamo impigrendo. Stavolta non ci sbattiamo nemmanco a mettere la traduzione.

Che ci volete fare, è il problema di chi legge e scrive per mestiere: arrivano certi periodi in cui leggere e scrivere per hobby diventa un surplus nauseante.

E poteva andarci peggio: potevamo fare i pornoattori).

 

(… PS: ciò non significa che voi non possiate salvare questo blog dall’abisso dell’incuria mandandoci spontaneamente recensioni o contenuti da pubblicare. Potreste, tipo, diventare i nostri eroi).

Il libro è l’immortalità dell’albero

Vita dopo la morte

(“Ogni volta che apri un libro e lo leggi, un albero sorride, sapendo che c’è vita dopo la morte”).

(A dirla tutta, abbiamo il sospetto che all’albero non freghi assolutamente nulla del libro e che preferirebbe restarsene vivo piantato a terra. Tuttavia, se proprio si deve schiattare, a noi in effetti sì, piacerebbe diventare libri dopo la morte).

(… Anche se ora che ci riflettiamo è veramente un’immagine macabra).