Duello #13 – Libri finiti o infiniti?

Pila di libri con quello sopra aperto

“Un libro, Hubert, è chiuso, pieno, liscio come un uovo. Non ci si può fare entrare niente, neanche uno spillo, se non a forza e allora la sua forma si spezza”. (André Gide)

vs

“Nessun libro può essere mai veramente compiuto. Mentre vi lavoriamo intorno, impariamo abbastanza da trovarlo immaturo nel momento in cui ce ne distacchiamo”. (Karl Popper)

E diciamolo

Libri nel cestino

“La gloria o il merito di certi uomini è scrivere bene; di altri, non scrivere affatto”. (Jean de La Bruyère)

 

(Ma vogliamo parlare di quel senso di rapina che si prova quando ci si accorge che il libro al quale ci si è sforzati di dare una possibilità per così tante preziose ore faceva schifo?)

Ogni maledetto lunedì, di Zerocalcare

Ogni maledetto lunedì, di Zerocalcare

Oggi abbiamo pensato di segnalarvi la prossima questo libro perché: 1) è lunedì, e tutto quello a cui riusciamo a pensare oggi è che: è lunedì; 2) Zerocalcare è un maledetto genio e a noi piace vincere facile.

E siccome siamo pigri, anziché andare a caccia di recensioni (vabbè, in questo caso di pre-recensioni, si dirà? Sì, insomma, di annunciazioni mistiche) da incollare per dimostrarvi quanto e perché quest’uomo sia un genio, ve lo facciamo scoprire da soli linkandovi direttamente il suo blog

http://www.zerocalcare.it/

nel caso siate così sfortunati da non averlo ancora conosciuto.

Poi se non riuscitre a staccarvi e la vostra produttività si inabissa è colpa sua, eh. Ma tanto, dai, è lunedì.