Libro vs film

Libro contro film

E’ così?

Cioè, okay, ma è così proprio sempre sempre?

Perché noi, pur da grandi sostenitori dello schieramento libro, non ne siamo mica tanto sicuri. La sensazione che qualche volta siamo incappati in un film che teneva testa al libro, o che addirittura sia stato un pochino meglio, ce l’abbiamo, anche se non riusciamo bene a focalizzare in che caso sia successo.

A voi vengono in mente esempi di libri da cui sia stato tratto un film veramente ma veramente buono?

(PS: lo sappiamo che siete dei timidoni. Quando lanciamo queste domande fare sempre così: ci scrivete in privato ma non lasciate commenti pubblici. Sapete che vi diciamo? Va bene. Nessuno che costringa un introverso lettore a esporsi pubblicamente può dirsi veramente amico degli introversi lettori!)

Annunci

Duello #13 – Libri finiti o infiniti?

Pila di libri con quello sopra aperto

“Un libro, Hubert, è chiuso, pieno, liscio come un uovo. Non ci si può fare entrare niente, neanche uno spillo, se non a forza e allora la sua forma si spezza”. (André Gide)

vs

“Nessun libro può essere mai veramente compiuto. Mentre vi lavoriamo intorno, impariamo abbastanza da trovarlo immaturo nel momento in cui ce ne distacchiamo”. (Karl Popper)

Duello #12 – Leggere o vivere?

Street reader

“La gente dice che ciò che conta è vivere, ma io preferisco leggere”. (Logan Pearsall Smith)

vs

“Leggo anche dei libri, molti libri: ma ci imparo meno che dalla vita. Un solo libro mi ha molto insegnato: il vocabolario. Oh il vocabolario, lo adoro. Ma adoro anche la strada, ben più meraviglioso vocabolario”. (Ettore Petrolini)

Duello #9 – Pensare

 

“Mi diletta perdermi nella mente altrui. Quando non vado a passeggio, leggo: sono incapace di stare seduto a pensare. I libri pensano per me”. (Charles Lamb)

vs

“Leggere, come io l’intendo, vuol dire profondamente pensare”. (Vittorio Alfieri)

Duello #8 – Libri belli = libri utili?

 

“I bei libri non servono che a mettere addosso la paura di scriverne brutti”. (Libero Bovio)

vs

“Non esiste vascello che come un bel libro ci sa portare in terre lontane. Né corsiero come una pagina di scalpitante poesia. È un viaggio che anche il più povero può fare senza il tormento del pedaggio. Quanto è frugale la carrozza che trasporta l’anima dell’Uomo”. (Emily Dickinson)

Duello #6 – Il libro e il momento

“Ciò che mi colpì […] fu quanto poca importanza ha il contenuto del libro. E il momento in cui lo si legge che importa, è il momento che contiene il libro, il momento che definitivamente e per sempre colloca il libro nell’ambiente vivo di una stanza”. (Henry Miller)

e

“I libri si possono dividere in due gruppi: quelli dell’ora e quelli di sempre”. (John Ruskin)

Duello #5 – Un libro cambia la vita?

“Adesso ho capito che mai e poi mai bisogna cambiare totalmente la propria vita dopo aver letto un libro. A mio parere, bisogna apprendere dei piccoli insegnamenti e non lasciare che un libro influisca al 100%”. (Janko Tipsarević)

vs

“Quanti uomini hanno datato l’inizio di una nuova era della loro vita dalla lettura di un libro”. (Henry David Thoreau)