Il libro è l’immortalità dell’albero

Vita dopo la morte

(“Ogni volta che apri un libro e lo leggi, un albero sorride, sapendo che c’è vita dopo la morte”).

(A dirla tutta, abbiamo il sospetto che all’albero non freghi assolutamente nulla del libro e che preferirebbe restarsene vivo piantato a terra. Tuttavia, se proprio si deve schiattare, a noi in effetti sì, piacerebbe diventare libri dopo la morte).

(… Anche se ora che ci riflettiamo è veramente un’immagine macabra).